About Me

Tuesday, April 29, 2008

Alegria y Tristeza - Parte I

Hoy es un dìa muy especial.
Hace 4 años naciò nuestra hija despues de 9 largos años de espera.
Es lo màs importante que nos pasò en la vida!
Es nuestra vida.

Hace 3 años falleciò mi hermana despues de haber luchado 10 largos años contra un càncer.
Es una de las cosas màs tristes que tuve que vivir.

Es curioso pero el total de los años de cada evento suman 13.
Quièn sabe lo que querrà decir segùn la numerologìa...
Las dos cosas, una hermosa y la otra horrible, el mismo dìa: el 29 de abril.

Es un dìa tan especial como raro.
Estoy felìz pero a la vez, estoy muy triste.
Considerando que aùn hoy, despues de 20 años de la muerte de mi mamà, todavia sufro su ausencia como si fuera ayer, no puedo dejar de preguntarme si toda la vida voy a sentirme asi en este dìa.
Pobre mi Princesita!
Què culpa tiene ella?

---- 07/05/2008 ---

Publico el post porque hace 8 dias que lo tengo suspendido.
Tengo un bloque.
Espero poder publicar la parte II con algo lindo del cumple de mi Princesa -que aùn hoy sigue festejando: no para de soplar velas y està de fiesta en fiesta-.

Monday, April 28, 2008

Ballottaggio 2008



Sono senza parole...
Sin palabras...
No comment...

Tuesday, April 15, 2008

Ross

Lo siento en el alma!
Perdòn por no haber posteado antes.

dia triste

hoy es el cumple de mi hermano y, como siempre me pasa en estas fechas, me siento bien trapito...
Tengo recuerdos hemosisimos de èl y eso me tendria que poner feliz y de buen humor pero no, nada de todo lo que yo pueda recordar podrà devolvermelo y de consecuencia estoy muy pero muy triste.

oggi è il compleanno di mio fratello e, come di solito mi succede in queste ricorrenze, mi sento uno straccio...
Anche se penso che tutti i bei ricordi che ho di lui mi dovrebbero far sentire felice e di buon umore, non trovo nulla che possa ridarmelo indietro e tutto questo mi rende molto ma molto triste.

Monday, April 14, 2008

Elezioni 2008

E cosi, ieri, siamo andati a votare...
Poco fa si sono chiuse le urne e mentre Chiara monopolizza la TV, io provo a seguire gli exit poll online sperando...
Che devo dire? PAZIENZA...


Ayer fuimos a votar...
Hace poco se cerraron las urnas y mientras Chiara monopoliza la TV, yo trato de seguir los exit poll online esperando...
Què decir? PACIENCIA...

Friday, April 11, 2008

Tuesday, April 08, 2008

Clavicola

Ayer llevè Chiara a un cumpleanos... En un parque juegos.
El cumple de una amiguita de ella al que esperaba ir desde hacia dias y dias con tantas ganas!!!
Como una idiota, YO, la subi, con la amiguita del cumple, a una especie de juego hamaca (era una gaviota como bien dijo ella cuando le preguntaron en el hospital "de donde te caiste?").
A un cierto punto Chiara se estaba cayendo y yo parè la hamaca y la volvi a sentar bien.
IDIOTA YO!
La amiguita estaba adelante y se agarraba de un gancho (era onda caballo tanto para explicarme) y Chiara estaba detràs, agarrada de la cintura de la amiga...
Y yo, IDIOTA, las volvi a hamacar.
A un cierto punto, se soltaron, no se como porque fue un segundo, y las dos volaron desde 1 metro y medio de altura mas o menos, en velocidad, hacia el piso.
La amiga de Chiara no se hizo nada porque se cayò encima de ella.
Chiara sufriò el trauma de caida màs el de aplaste.
Acusaba muchisimo dolor a la cabeza.
La agarrè a upa y no dejè que el panico se apoderara de mi.
Ni siquiera lo llamè a Paolo.
La tuve en brazos. Probè a ponerle hielo. Pero seguia llorando y me decia "me duele mucho".
Supuse que era la cabeza aunque la pobre, se tocaba el hombro...
Yo le mirè pero no vi nada evidente.
Tampoco la podia agarrar por las costillas, lo cual me preocupaba porque pensè que se habia roto alguna.
Todos insistieron que no era nada, que estaba asustada pero yo, sabia que no se estaba quejando por quejar porque la conozco.
Ella generalmente NI SIQUIERA LLORA cuando se lastima y si lo hace, lo hace por el tiempo necesario y despues sigue en lo suyo.
La pobre intentò ir a bailar pero no pudo.
Subir al pelotero, pero no pudo.
Intentò subirse a otros juegos, pero tampoco pudo.
Despues de 1 hora y media, todavia seguia diciendo que le dolia mucho el brazo, el cual obviamente lo tenia apoyado al cuerpo sin poder moverlo.
Paolo cerrò el negocio, pasò por ahi y la llevamos a la guardia mas cercana (yo pensando que iba a ser màs rapida la atenciòn).
Despues de esperar un montòn para la aceptaciòn, nos derivaron a que la viera un cirujano y despues de una hora de espera, preguntamos y nos dijeron que habia muchos codigos rojos por lo cual no se sabia cuanto habia que esperar todavia...
Decidimos irnos y llevarla a un hospital con guardia pediatrica y asi terminamos en el hospital donde ella naciò.
Cuando llegamos ahi ya eran las 22:15 hs.
La visita una pediatra que la deriva a RX-espalda-costado y Eco abdominal.
Despues de la RX ven la fractura de la clavicula derecha.
Por suerte la eco no evidenciò danos al estomago u otros organos.
De ahi al ortopedico donde la pusieron una faja horrible que le inmobiliza los hombros (onda alas) y se cruza detras de la espalda a forma de ocho con un gran nudo en el centro.
Sin palabras como se le caian las lagrimas cuando le apretaban esa faja!
Dentro de 10 dias tiene control y de nuevo RX.
Tiene que llevar esta faja como minimo por 4 semanas!!!!
ME QUIERO MORIR!
No puedo explicar lo culpable que me siento...
Llegamos a casa a la 1:30 AM y la pobre no podia dormir con ese coso en la espalda asi que durmio un poco arriba del papà, boca abajo y otro poco conmigo, que la tuve abrazada con mi brazo debajo de ella para que su faja no le molestara (obviamente mi brazo sufrio los calambres mas absurdos durante la noche pero bien merecido que lo tengo, por mala madre que soy!).
Mi marido a las 5 ya se estaba levantando para irse a trabajar asi que el pobre està como zombie.
Tengo una amargura tremenda encima.
Què mal que me siento!
Còmo quisiera estar yo en su lugar...

----------------------------------

Ieri ho portato Chiara al compleanno della sua amichetta. La festa era nelle Giostre.
Lei aspettava di andare a questo compleanno da giorni!!! Non vedeva l'ora!!!
Come una cretina, io, l'ho aiutata a salire, insieme alla sua amichetta, ad un gioco -una specie di altalena- un pochino pericoloso... (l'altalena era a forma di gabbiano, come ha specificato Chiara quando all'ospedale hanno chiesto: "dove sei caduta?").
Ad un certo punto Chiara stava per cadere ed io ho fermato l'altalena e l'ho sistemata meglio prima di ricominciare a spingerle.
UNA PERFETTA IMBECILLE!
La sua amichetta stava davanti e si reggeva ad una specie di maniglia (era come un cavallo tanto per capirci) e Chiara stava dietro, reggendosi al corpo della sua amica...
Ed io, IDIOTA, le ho spinte di nuovo per farle dondolare.
Ad un certo punto, si sono sciolte, non so bene come perchè è stato un secondo, e tutte e due sono volate via verso il pavimento da un’altezza di metro e mezzo più o meno.
L'amica di Chiara è caduta sopra di lei e non si è fatta niente.
Chiara ha subito il trauma della caduta più quello di schiacciamento.
Si lamentava per il forte dolore alla testa.
L'ho presa in braccio e non mi sono fatta prendere dal panico.
Nemmeno ho chiamato Paolo.
L'ho tenuta in braccio. Ho provato a mettere ghiaccio sulla testa. Ma continuava a dire "mi fa molto male".
Ho pensato fosse la testa anche se lei poverina si toccava la spalla...
Ho guardato ma non ho visto nessun segno evidente.
Non potevo tirarla su perchè sembrava le facessero male le costole e questo mi preoccupava perchè avevo paura che avesse qualcosa di rotto.
Tutti insistevano a dire che non era nulla, che di sicuro era spaventata, ma io, sapevo che non si stava lamentando tanto per farlo perchè la conosco.
Lei di solito NEMMENO PIANGE quando si fa male e se lo fa, piange poco e poi ritorna a quello che stava facendo.
Lei poverina ha provato anche a ballare ma non ci è riuscita.
Ha cercato di salire sui gonfiabili, ma non ha potuto.
Ha cercato di salire ad altri giochi ma non ce l'ha fatta.
Dopo un’ora e mezza, continuava a dire che le faceva molto male il braccio, ed, in effetti, non poteva muoverlo.
Paolo ha chiuso l'edicola ed è passato per le giostre per andare insieme a portarla all'ospedale più vicino (pensando che lì sarebbe stato più veloce).
Dopo aver aspettato tanto per fare l'accettazione ci hanno derivato ad una visita chirurgica e dopo un'ora di attesa, abbiamo chiesto se mancasse ancora molto. C'erano tanti codici rossi quindi non sapevano dirci con precisione quanto dovevamo ancora aspettare.
Cosi abbiamo deciso di portarla ad un ospedale con pronto soccorso pediatrico. Siamo finiti al PS dell'ospedale dove lei è nata.
Quando siamo arrivati lì erano ormai le 22:15
L'ha visitata una pediatra che l'ha derivata a radiologia per fare RX spalla-fianco ed ecografia addominale.
Dopo la RX abbiamo saputo della frattura alla clavicola destra.
Per fortuna l'eco non ha evidenziato danni allo stomaco ed altri organi.
Poi l'ortopedico, dove l'hanno messo la fasciatura che immobilizza le spalle. E' una fasciatura che passa davanti alle spalle e si incrocia dietro a forma di numero otto orizzontale con un grande nodo al centro della schiena.
Dal male che le faceva quando stringevano la fascia, le cadevano le lacrime poverina.
Fra 10 giorni deve fare la RX di controllo.
Questa fasciatura la deve tenere minimo per 4 settimane!!!!
VORREI MORIRE!
Non so spiegare quanto mi senta colpevole...
Siamo arrivati a casa verso l'1:30 AM e la povera principessa non poteva dormire con quel nodo sulla schiena quindi ha dormito un pochino a pancia sotto sopra al papà, ed un altro pochino abbracciata a me, con il mio braccio sotto di lei per non farle sentire il nodo dietro la schiena (ovviamente il mio braccio ha avuto tutti tipi di crampi durante la notte ma ben mi sta per essere una cattiva madre!).
Ho un'angoscia pazzesca!
Che male mi sento!
Come vorrei essere io al suo posto...

Thursday, April 03, 2008

Cala

lo siento muchisimo!!!

Wednesday, April 02, 2008

La mensa della scuola materna

Oggi vado a prendere mia figlia a scuola e vedo che lei mi viene incontro tutta felice...
Mentre io cerco di vedere sul foglio se aveva mangiato o no (non mangia mai nulla) lei mi anticipa dicendo: "HO MANGIATO"

io: "ah si! e cosa hai mangiato?"
lei: "la mortadella!!!"

Ho pensato che stesse dicendo cavolate ma guardando il menù del giorno, eccolo che il secondo piatto era MORTADELLA.

L'amministrazione comunale di Roma parla di un obiettivo di base "una grande alleanza tra scuola e famiglia per assicurare ai bambini e ragazzi una dieta sana ed equilibrata durante tutto l'arco della giornata, a scuola e a casa".

Che ne so! A me non sembra che la mortadella possa essere un cibo sano ed equilibrato.
Che è buona non lo metto in dubbio. La mortadella italiana è buonissima!!! A me piace tanto...
Ma da qui a farlo diventare un secondo piatto del menù della mensa scolastica... Ma per favore!

----------------------------

Hoy voy a buscar a mi hija al jardin y la veo que se me acerca corriendo toda feliz…
Mientras trato de mirar en la planilla si comiò o no (no come nunca nada) ella me anticipa diciendo: "COMI"

yo: "ah si! y que comiste?"
ella: "mortadela!!!"

Pensè que se lo estaba inventando pero mirando el menù del dia, ahi estaba el segundo plato del dia: MORTADELA.

La administraciòn municipal de Roma habla de un objetivo de base "una gran alianza entre escuela y familia para asegurar a los niños una dieta sana y equilibrada durante todo el dia, en la escuela y en el hogar".

Que se yo! Segùn mi opiniòn la mortadela no se puede considerar un alimento sano y equilibrado.
Que es rica, lo es. La mortadela italiana es riquisima!!! (olvidense de la mortadela argentina porque no se le parece ni mirandola desde lejos). A mi me encanta...
De ahi a considerarla un segundo plato del menù de la escuela... Pero por favor!

Tuesday, April 01, 2008

Quando le buone maniere diventano un "optional"

Ieri sera stavo tornando a Roma da Bergamo.
Ero in aeroporto e stavo facendo la "priority queue" con Chiara.
L'imbarco, che doveva iniziare alle 21.15 era ancora fermo alle 21.40 e, nel frattempo, Chiara mi si è addormentata in braccio come un bel sacco di patate (13 kg di peso morto). Oltre a lei, avevo uno zaino ed il trolley...
Sinceramente stavo per svenire, non ce la facevo più! Faceva caldo, Chiara mi pesava, ero molto stanca e la fila non si muoveva...
Cioè, non si muoveva è un modo di dire perchè in realtà, qualche testa di dick che si muoveva c'era (nonostante non si potesse andare da nessuna parte visto che l'imbarco non era iniziato).
Cosi, mi ritrovo un maleducato a destra ed un altro a sinistra che, approfittando il fatto che io ero assolutamente bloccata con mia figlia in braccio, facevano finta di niente e mi passavano davanti.
Ad un certo punto non ci ho visto più!!!
Io: senta! lei e lei (guardando prima uno e poi l'altro tizio), la fila si sviluppa in verticale e non in orizzontale come ve la state inventando voi.
All'imbecille che stava alla mia sinistra non gli si è mosso nemmeno un capello. (ignoro se non parlasse la lingua oppure se stesse facendo il vago... poco importa)
L'idiota che avevo alla mia destra si è girato verso di me ed ha iniziato a borbottare chissà che frase strana che finiva con "fila indiana" -si voleva giustificare, ma c'era poco da fare-
Io: NON ME NE FREGA NIENTE! Lei stava dietro di me in questa fila quindi, per cortesia, torni al suo posto!
Lui: con la faccia da dick ed un sorriso ironico, fa un passo indietro e mi fa il gesto di passare avanti dicendo: "PREGO" facendo lo spiritoso e prendendomi in giro.
Io: GRAZIE!!! -con faccia da dick pure io- Ci mancherebbe altro -aggiunsi- dicendo alla fine: "un po’ di educazione non guasta mai, stia tranquillo".
Ma porca miseria!!!
Possibile che esistano questo tipo di persone?
Non riesco a spiegarmi tanto menefreghismo!!!
Mi fa imbestialire.
Ma non è finita qui.
Poco dopo, sembrava si stesse muovendo qualcosa davanti quindi è iniziata ad arrivare altra gente che, ovviamente, si aggiungeva alla fila, secondo voi come? LATERALMENTE!
Una signora davanti a me, si gira e mi guarda, come dicendo "guarda pure questo" -mentre un tizio si infilava tranquillamente davanti a lei- ed io non ce l'ho fatta più ed ho detto: "pazzesco! Ormai ho solo voglia di prendere qualcuno a mazzate in testa"
Inizia l'imbarco (ormai non sentivo più le braccia), mi strappano le carte d'imbarco (ovviamente nessuno si è degnato di spingere nemmeno con i piedi il mio trolley, mentre la fila avanzava)... Faccio la rampa in discesa ed arrivo ad un punto dove c'era da scendere una scala!!!!!
Mi sistemo un attimo Chiara meglio, perchè pensavo che da un momento all'altro la perdevo per strada, e proprio in quel momento vedo un ragazzo che risale la scala -tornando indietro- e prende con se il mio trolley.
UNA LUCE NELLA OSCURITA'!!! -pensai-
Allora non è tutto perso...
Allora qualcuno gentile su questa terra c'è!
Tutta la mia stanchezza in quel momento è passata in secondo piano e perfino Chiara mi sembrava più leggera.
Grazie a Dio o chi per lui, non abbiamo dovuto prendere la navetta e siamo andati a piedi direttamente fino all‘aereo.
Il ragazzo gentile ha portato il mio trolley a bordo!
Mi ha fatto perfino sentire un pochino in colpa tanto che ad un certo punto gli ho detto:
"sinceramente adesso lo potrei portare da sola" (con le ruote ce la facevo a trascinare il trolley sulla pista) ma lui ha deciso di aiutarmi lo stesso.
MOOOOOOOOOOOOOOOOLTO GENTILE!
Chiara si è fatta tutto il volo senza saperlo.
Ha dormito tutto il tempo.
Sembrava che la discesa sarebbe stata difficile, ma per fortuna si è svegliata giusto quando credevo di stare per ammazzarmi sulle scale dell'aereo...
Cosi l'ho messa giù ed è scesa come drogata ma con le sue gambine...
Subito dopo la navetta abbiamo trovato il nostro principe che ci aspettava in aeroporto!
CHE BELLO! Siamo salve!!!
Lei è andata di corsa verso di lui a braccia aperte urlando: “Papà, Papà!!!”
Adesso si! Andiamo a casa per favore!!!

A Help for Melanie